Chi sono

CHI SONO

Occhi allo specchio, io guardo;
mi cerco, e riflesso non v’è il mio viso.
Ch’è strano! Mi chiedo.
Scuoto lo specchio
che ladro m’appare quest’oggi.
Quand’ecco apparire
dal retro del vetro, già infranto dall’urto,
un volto pensoso;
si china; raccoglie, ricompone quel vetro
e sparisce.
Mi scuoto, son desto, mi guardo…
ch’è strano…!
E’ quello il mio viso …ricordo.

(Visto 28 volte, 1 visite oggi)